Istituto di Via Padre Semeria

Istituto di Via Padre Semeria

Ptof

Le scuole dell’ ISTITUTO delle SUORE DELL’IMMACOLATA presenti ed operanti in GENOVA fin dal 1876, sono attente alle esigenze del contesto culturale, sociale ed economico della realtà locale ed elaborano il proprio P.O.F D’ISTITUTO. Tale piano di offerta intende proporre diversificate e adeguate metodologie e strategie educativo – didattiche ponendo al centro dell’opera e degli interessi formativi la maturazione della persona nella pluralità delle sue componenti.

I PLESSI SCOLASTICI PRESENTI SUL TERRITORIO CITTADINO sono:

PIAZZA PAOLO DA NOVI, 11: SCUOLA DELL’ INFANZIA, SCUOLA PRIMARIA PARIFICATA PARITARIA, SCUOLA SECONDARIA DI 1° GRADO PARITARIA, SCUOLA SECONDARIA DI 2°GRADO - LICEO SCIENTIFICO PARITARIO.
VIA PADRE SEMERIA, 32: SCUOLA DELL’ INFANZIA, SCUOLA PRIMARIA PARIFICATA PARITARIA, SCUOLA SECONDARIA DI 1° GRADO PARITARIA.
VIA GIANELLI, 50: SCUOLA DELL’ INFANZIA, SCUOLA PRIMARIA PARITARIA.
VIA DEZZA, 39: SCUOLA DELL’ INFANZIA.

STORIA DELL'ISTITUTO DELLE SUORE DELL'IMMACOLATA DI VIA SEMERIA

La scuola annessa al convitto di Via Montallegro 65, oggi Via Padre Semeria, fu aperta nel 1917 come corso elementare e complementare.
Quest’ultimo, con la riforma Gentile fu trasformato in Istituto Magistrale inferiore e successivamente, anche superiore. Ottenne la parifica nell’anno 1935-36, con facoltà di tenere gli esami in sede. Nello stesso anno 1936 venne autorizzato l’inizio della Scuola Materna. Nel 1943, con la riforma Bottai, l’Istituto Magistrale inferiore fu sostituito dalla Scuola Media unica, mentre continuava a sussistere l’Istituto Magistrale superiore che nel 1986, è stato trasformato in Liceo sperimentale con duplice indirizzo: psicopedagogico e economico–aziendale. Nel 1993 però quest’indirizzo, per mancanza d'iscrizioni, ha cessato la sua attività. La scuola elementare venne parificata con decreto dell’8 maggio del 1963.

ANALISI DEL CONTESTO, SOCIALE, CULTURALE ECONOMICO DEL TERRITORIO
L’utenza della scuola appartiene in larga maggioranza ad un livello socio – economico medio alto, di cultura medio superiore o universitaria con notevoli aspettative per il percorso scolastico dei figli. Solo una minoranza rientra in una fascia più modesta, sia sotto il profilo economico sia socio culturale. L’area di provenienza della maggior parte delle famiglie è collocata nel quartiere di S. Martino e nelle zone limitrofe. Dall’allegata mappatura dei servizi pubblici e privati della zona si nota che il quartiere non è particolarmente vivace dal punto di vista culturale; la vicinanza del centro cittadino è quindi particolarmente allettante dal momento che offre la possibilità di accedere ad iniziative culturali e sociali di ogni tipo. L’Istituto è immediatamente adiacente alle due Parrocchie del quartiere e ne affianca l’attività pastorale di formazione morale e religiosa per adulti, giovani e giovanissimi.STRUTTURE, RISORSE E SERVIZI AMMINISTRATIVI
La scuola è a disposizione dell’utenza per informazioni e per ogni altro servizio amministrativo che si impegna ad espletare con puntualità. L’Istituto è dotato di ufficio di presidenza, segreteria generale e specifica della scuola Primaria e Secondaria di I° Grado nonché di un attivo servizio d'informazione. La scuola si impegna a mantenere un ambiente pulito, accogliente, sicuro, che sia consono alle normative più recenti.

AULE PER LA NORMALE ATTIVITÀ DIDATTICA
La dimensione delle aule è quella regolamentare e ciascuna è dotata degli arredi necessari per la didattica e biblioteca aggiornata di testi a disposizione degli alunni. Per il triennio della scuola Secondaria di I° Grado sono in dotazione sei aule:
aula di scienze L' aula è corredata di materiale di biologia, di chimica e fisica, di mineralogia. E’ dotata, inoltre, di un televisore con videoregistratore e di un’apprezzabile videoteca.
aula di informatica L' aula è fornita dei computer necessari alla didattica della materia, periodicamente aggiornati.
palestre Le palestre, ampie e luminose, sono dotate di tutti gli attrezzi necessari alla pratica di ginnastica ritmica, artistica e giochi a squadra come mini basket, pallavolo, etc…
sala multimediale La sala è dotata di dispositivi per le conferenze, videoregistratore, computer, videoproiettore e arredi per l’accoglienza di circa 90 persone.
biblioteca La biblioteca, alla quale possono accedere sia alunni che docenti, possiede circa 1000 volumi ed un’apprezzabile videoteca aggiornata costantemente.
spazio ricreativo Quando le condizioni meteorologiche non lo permettono, gli alunni possono usufruire durante l’intervallo di uno spazio ricreativo dotato di cinque calcetti e altri giochi da tavolo.
spazi esterni La scuola possiede, inoltre, ampi spazi che soddisfano molte delle esigenze ludiche e sportive dell’utenza. All’esterno si trovano, infatti, un campo da tennis regolamentare, un campo da basket, una pista atletica, un campetto da calcio, una ampio cortile con giochi fissi per i bambini della scuola dell’infanzia ed un giardino.
mensa La totalità delle famiglie, in quanto formate da genitori che lavorano, mostra di gradire il servizio mensa offerto dalla scuola e le attività extra curricolari pomeridiane. I pasti sono preparati ogni giorno presso la cucina, a norma di legge. Sempre per andare incontro alle esigenze dei genitori che lavorano, la scuola organizza, dal termine delle lezioni alla metà di luglio, attività formative e ricreative nei propri spazi e nel territorio col personale docente.
servizi igienici La scuola è dotata di servizi igienici in numero adeguato all’utenza, secondo norme di legge. Vi è il servizio per portatori di handicap a norma di legge, raggiungibile tramite elevatore.
ascensore Ad uso dell’utenza disabile e per i casi di necessità; conforme a tutta la normativa di sicurezza.

IDENTITA' DELL'ISTITUTO
La nostra scuola persegue le finalità culturali espresse dalla costituzione italiana (cfr. art. 3 – 33 – 34) e valorizza l’identità propria della scuola cattolica. Infatti, il “suo elemento caratteristico è di dar vita ad un ambiente comunitario scolastico permeato dello spirito evangelico di libertà e carità “. (Gravissimum educationis n. 8). Tale ambiente, secondo lo stile pedagogico di DON AGOSTINO ROSCELLI, viene favorito da un rapporto educativo fatto di pensiero ma soprattutto di vita: Cordialità aperta a tutti, dignità riconosciuta a ciascuno, reale attenzione rivolta al singolo, uno per uno, e alla collettività, un farsi incontro all’altro con semplicità e umiltà.(cfr. “Un’ opzione per l’uomo nella Genova dell’ottocento” – pag. 148).
L’attualità della pedagogia roscelliana sta nella capacità di chinarsi sull’uomo e di adoperarsi per valorizzarlo, questo elemento ispiratore del nostro metodo educativo privilegia la relazione nella sua valenza formativa. Ciò vuol dire farsi carico della storia dell’altro e porsi in dialogo con lui, prima con l’atteggiamento e, poi con la parola, col silenzio, il silenzio di chi ama ascoltare l’altro permettendogli di parlare e di esprimersi. I tratti caratteristici della nostra comunità educante, quindi, si possono così sintetizzare: FERMEZZA DI PRINCIPI, COERENZA DI COMPORTAMENTO, DELICATEZZA NEL TRATTO, CALMA, DOMINIO DI SE', PAZIENZA, FIDUCIA, RISPETTO E COMPRENSIONE. Questi atteggiamenti favoriscono la crescita e la maturazione umana della persona quale base su cui fondare un’autentica formazione cristiana . A tal fine gli educatori, nello svolgimento dei programmi di studio delle specifiche discipline, coglieranno opportuna occasione per proiettare il loro insegnamento, in una luce di fede e di retta morale. Per ottenere una più proficua azione educativa, il corpo docente si impegna a creare nel suo interno un rapporto di sincera collaborazione, di reciproca stima e a coinvolgere le famiglie rendendole parte integrante di tale azione. Soltanto nella reciprocità relazionale tra alunni, docenti e genitori si attua e si completa il rapporto educativo secondo l’identità di SCUOLA CATTOLICA E ROSCELLIANA.

SCELTE EDUCATIVE
La scuola di I Grado si pone della crescita dell’individuo, in anni piuttosto delicati perché di passaggio dall’infanzia all’adolescenza; l’alunno è alla ricerca di un modello da imitare di una strada da percorrere per raggiungere l’età adulta nella quale realizzerà il suo progetto di vita. Noi proponiamo, per una formazione integrale dell’individuo, il programma educativo del nostro Fondatore San A. Roscelli, che ci sembra si possa ben inserire con le dovute modifiche in relazione ai tempi di oggi, nella Riforma scolastica.

  • Prima finalità educativa è quindi quella di aiutare i ragazzi a riconoscere la propria identità; i nostri educatori, nello svolgimento dei programmi di studio nelle specifiche discipline, colgono opportune occasioni per offrire un insegnamento sempre aggiornato, ricco di spunti per il dialogo nel quale i ragazzi troveranno ascolto, aiuto, consiglio per una gestione positiva dei loro problemi.
  • Particolare attenzione è prevista per l’individuazione e il conseguente aiuto ai ragazzi nei quali si riscontrino disagi, laddove poi il retroterra sociale e culturale appena svantaggiato, sono previsti anche interventi mirati, atti a favorire il massimo sviluppo di ciascuno e di tutti.
  • Il ragazzo viene aiutato, attraverso un percorso orientativo distribuito nel triennio a programmare in maniera responsabile il suo futuro, che dovrà tener conto delle capacità, delle abilità e del suo personale processo di maturazione per definire e conquistare il proprio ruolo nella società.
  • Al temine di questo primo ciclo di studi, il ragazzo possiede le necessarie conoscenze ed abilità, da trasformare in competenze personali, che lo aiuteranno a collocarsi in modo propositivo sia nel mondo del lavoro, sia nella società come individuo che è capace di CHINARSI sull’uomo e di adoperarsi per valorizzarlo.
  • Questo ragazzo, ormai uomo, potrà anche farsi carico, se necessario, della storia dell’altro, per dialogare con lui e insieme porre le basi di una comunità senza alcun confine, di autentica formazione cristiana, ispirata alle finalità culturali, proposta dalla COSTITUZIONE ITALIANA (cfr. Artt. 3 – 33 – 34).

EDUCATIVO – COMPORTAMENTALE

  • attenzione alla persona umana nella sua unità e totalità
  • integrazione come armonia all’interno della personalità dell’individuo
  • sviluppo di una positiva immagine di sé, degli altri, delle realtà circostanti, come base per una costruttiva relazione con la società odierna
  • rispetto e accoglienza dell’altro nelle sue diversità

COGNITIVO - INTERDISCIPLINARE

  • rispetto delle caratteristiche, dei limiti, delle risorse delle potenzialità, dei ritmi di apprendimento nelle attività di carattere sia operativo che teorico;
  • progressiva formazione e sviluppo della capacità di pensiero riflessivo e critico come mezzo di : esercizio della libertà interiore , costante scelta preferenziale per il bene, il bello e il vero e acquisizione del senso di responsabilità;
  • formazione graduale di competenze nelle abilità di studio e nei metodi d' indagine e di intervento: comportamentale , con un ambiente più sereno per gli alunni, e cognitivo con la maggior acquisizione di basi solide per un buon metodo di studio.

"Quello che realmente importa non è che l’ alunno sappia tante cose, ma che possa scoprire la relazione che c’è tra la sua vita, nella ricchezza e nella varietà delle domande e dei problemi che la caratterizza, e la ricchezza dei linguaggi della cultura".

OBIETTIVI SPECIFICI

  1. sintesi tra cultura e fede, che promuova una visione cristiana del mondo, della vita e della storia (cfr. “Scuola cattolica alle soglie del terzo millennio”), quindi non si dà separazione tra momenti di apprendimento e momenti di educazione, tra momenti della nozione e momenti della sapienza. Infatti le nostre proposte operative non presentano solo conoscenze da acquisire ma valori da assimilare e verità da scoprire (cfr. “Scuola Cattolica”).
  2. acquisizione di una personalità matura, capace di testimoniare nella vita i valori evangelici.

SCELTE DIDATTICHE
In linea con l’identità dell’ISTITUTO, il nostro progetto considera l’alunno come “soggetto” dell’apprendimento ed offre percorsi didattici che tengano conto dei seguenti aspetti :

  • REALTÀ PSICOLOGICA ED INTELLETTUALE del discente nelle fasi di crescita;
  • CONTESTO SOCIO-CULTURALE DI PROVENIENZA;
  • INDICAZIONI MINISTERIALI che garantiscono la formazione culturale di base;
  • CONDIVISIONE AI PRGETTI DEGLI ENTI TERRITORIALI.

Il Collegio dei Docenti ritiene che il proprio lavoro debba rispettare i diversi tempi di maturazione dell’alunno: "SCUOLA DELL’INFANZIA", "SCUOLA PRIMARIA", "SCUOLA SECONDARIA di I GRADO" Su tale presupposto si sceglieranno i seguenti criteri da attuare in ogni ciclo scolastico:

  1. ATTENZIONE ALLA REALTA’ PSICOLOGICA E SOCIO – AFFETTIVA DELL’ ALUNNO per stimolare curiosità e bisogni ad apprendere, promuovendo creatività personale;
  2. IMPOSTAZIONE DI UN RAPPORTO EDUCATIVO improntato al dialogo aperto e costruttivo;
  3. INDIVIDUALIZZAZIONE DELL’INSEGNAMENTO, in relazione alle caratteristiche e alle esigenze degli alunni;
  4. ORGANIZZAZIONE DELLA CLASSE tesa a stimolare la responsabilità individuale, attraverso l’autocritica e l’autovalutazione;
  5. IMPOSTAZIONE DEL LAVORO a partire dall’esame della situazione iniziale e successive osservazioni sistematiche;
  6. PRESENTAZIONE DEI CONTENUTI non come semplici informazioni nozionistiche, ma come supporti per favorire la formazione e il consolidamento del pensiero;
  7. COORDINAMENTO E COERENZA fra i diversi ambiti disciplinari anche in vista del conseguimento di obiettivi trasversali;
  8. COINVOLGIMENTO ATTIVO DI TUTTI i soggetti dell’azione educativa: docenti, genitori e alunni, ciascuno nella consapevolezza dei propri ruoli;
  9. LA SCUOLA SARA’ SENSIBILE AD ATTIVARE al suo interno iniziative di accoglienza, orientamento scolastico, recupero e sostegno, ed attività organizzate in collaborazione con altre scuole o enti esterni.

SCELTE METODOLOGICHE

CONTINUITÀ SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI I GRADO
Con l’entrata in vigore dell’autonomia didattica e organizzativa della scuola, prevista dalla legge n. 59/97, si viene ad attuare un importante processo di trasformazione che mira a realizzare in maniera concreta la continuità tra Scuola primaria e Secondaria di I Grado , orientandole verso la futura “SCUOLA SECONDARIA DI 2° GRADO”. Gli insegnanti sono consapevoli dell’importanza di vivere esperienze didattiche comuni, soprattutto per gli alunni del ciclo precedente che potranno così, già conoscere l’ambiente di studio degli anni futuri.
La programmazione terrà, quindi, conto delle esperienze didattiche della scuola elementare e nel mese di ottobre, nella classe prima della Secondaria, verrà curata particolarmente dai docenti l’accoglienza degli alunni che dovranno essere il più possibile agevolati ed aiutati a superare le eventuali difficoltà del corso superiore.

ORIENTAMENTO SCOLASTICO
L’Orientamento scolastico si propone di guidare l’alunno alla conoscenza di sé, delle sue attitudini e potenzialità ma anche all’accettazione serena dei propri limiti onde orientarsi, negli studi e poi nella vita, secondo la propria vocazione.
Nella didattica ci si avvale dei testi disponibili nella scuola e dell’apporto di operatori esterni.

PARTECIPAZIONE AD AVVENIMENTI CULTURALI CITTADINI
È tradizione dell’ISTITUTO la promozione di visite culturali e educative, non solo alle principali mostre e manifestazioni cittadine, ma anche a istituzioni produttive e sociali e la partecipazione a spettacoli teatrali e cinematografici in un contesto di formazione educativa, calibrato ai diversi livelli e ordini di scuola e inteso a far conoscere oltre alle nozioni scolastiche, le problematiche del quotidiano, così come a favorire l’interpretazione degli avvenimenti di attualità.
La vita cittadina offre delle opportunità dal punto di vista culturale che la scuola deve cogliere e integrare all’interno della propria struttura.
La programmazione educativa e didattica delle singole classi prevede la partecipazione a spettacoli teatrali, proiezioni cinematografiche, mostre di pittura, partecipazioni a concorsi e spettacoli in lingua inglese.

VIAGGI DI ISTRUZIONE
Durante il corso dell’anno scolastico, in stretta connessione con la programmazione educative e didattiche delle classi, si prevede l’organizzazione di gite di istruzione.
Tali iniziative offrono l’opportunità di lezioni itineranti, preparate precedentemente dagli stessi alunni sotto il profilo storico artistico ed ambientale.

GARE SPORTIVE
La programmazione annuale nelle diverse classi prevede un’attività sportiva con gare nei diversi momenti dell’anno. La struttura scolastica permette inoltre di ospitare classi di altre scuole.

SPORTELLO
L’Istituzione di uno sportello di ascolto per alunni e per genitori offre l’occasione di pianificare eventuali problemi emersi nell’ambito scolastico e/o familiare e, di conseguenza, guidare gli utenti ad una adeguata soluzione.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca sull informativa. Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso all’uso di tutti i cookie. Cookie Privacy.

  Acconsento alla visualizzazione del sito web
EU Cookie Directive Module Information